Categoria: Speakeasy

Jovoy – Touche Finale

Featured Speakeasy

Jovoy – Touche Finale

Il critico d’arte Robert Hughes ha dichiarato una volta sul Time Magazine che più grande è l’artista, più grande è il dubbio. Secondo lui, la fiducia perfetta viene data a chi ha meno talento come premio di consolazione. Non c’è dubbio che l’incertezza spinga i creativi avanti, il dubbio fa sì che un artista continui il suo percorso, dia priorità all’evoluzione e persegua la perfezione. Le più grandi opere d’arte rimarranno sempre incompiute.

Il senso del dubbio è molto comune nei creativi, i produttori d’arte. Una sensazione travolgente che prende il sopravvento e li confonde, rendendo poco chiaro il cammino verso l’obiettivo finale. “I nostri dubbi sono traditori e ci fanno perdere il buono che potremmo ottenere perché abbiamo paura di tentare“, scrisse William Shakespeare nella sua commedia Misura per Misura. Per continuare e raggiungere il traguardo, l’artista deve fidarsi della propria intuizione e mantenere una visione chiara mentre finalizza la propria opera d’arte. Per mantenere chiara questa visione, ogni artista ha il suo modo di preparare, i rituali che esegue, dove è sempre coinvolta la seduzione dell’anima, e la giusta apparenza che viene tenuta sotto controllo in modo eccentrico, incluso il trucco e l’abbigliamento curato, dove il “tocco finale” della preparazione è un tampone molto leggero di cipria e uno spruzzo di profumo, in modo che il personaggio principale possa incantare il pubblico dal palcoscenico.

A questo punto, da questo punto e precisamente questo punto viene catturato in una bottiglia di profumo da Jovoy. “Touche Finale” è una rappresentazione olfattiva dell’ultimo gesto che rende un capolavoro definitivo, un ultimo tocco necessario per completare l’aspetto estetico. Un’apparenza che sarà apprezzata principalmente per la sua bellezza e il suo potere emotivo.

Questo è il paradosso di un’opera d’arte. Da una parte, quando il lavoro è finito, è fatto. È firmato, sigillato e consegnato al pubblico dominio. D’altra parte, l’opera d’arte non si ferma mai; guadagna un altro status quo in pubblico. Galleggia e s’infonde attraverso il pubblico, si mescola con diverse identità, dà e prende, si trasforma in qualcosa di nuovo, in altro. Il pubblico profumerà, interpreta, usa, reinterpreta, ne spruzza troppo e forse fraintende. L’opera d’arte acquisirà uno stato infinito, un processo infinito di un pezzo mai finito…

Anche quando l’ultimo ritocco vien dato al quadro, anche dopo che il profumo verrà consumato e l’ultimo spruzzo sarà evaporato, l’eredità continuerà, il sillage rimarrà, se non nell’aria, nel canale della memoria. E il paradosso dell’arte rimarrà misteriosamente lo stesso.

Touche Finale – Il Prodotto

Articolo scritto da Julia Ahtijainen – The Frankly Speaking – Tradotto da Essenses

Stephane Humbert Lucas – Panthea Iris

Featured Speakeasy

Stephane Humbert Lucas – Panthea Iris

“Lasciati attirare silenziosamente dalla strana attrazione di ciò che ami davvero. Non ti porterà fuori strada”. – Rumi

Non è strano che siamo sempre in qualche modo attirati ed attratti dall’Altro, dall’ignoto, da qualcosa di molto lontano; ne siamo magnetizzati ed attratti più che da quello che è vicino a noi. Qualcosa di molto lontano, qualcosa sopra di noi, ci spinge. Viviamo in un mondo pieno di persone straordinarie, siano esse persone del passato, del presente o del futuro. E la speranza, o qualunque tipo di fede – la fede nel potere, la fede nella bellezza… La fede è la forza trainante dell’Altro, i capi tribù, i patriarchi, le teste incoronate – gli uomini sopra di noi che ci fanno sognare.

Un sogno è un trionfo dell’immaginazione, un richiamo a qualcosa di ultraterreno. Un sogno potrebbe essere un intrigo, una ricerca per un momento di chiarimento della bellezza.

SHL ha sintetizzato qualcosa di lontano e onirico in un concetto di profumo – una collezione di seducenti fragranze basate su rare essenze che sono intrise di personaggi accattivanti, folklore mediorientale e il mistero della lunga storia.

Il nuovo capitolo di questo libro inizia con la storia di PANTHEA IRIS – una creatura straordinariamente divina, un messaggero di buone notizie sotto forma di arcobaleno, una scoperta rara che fa meravigliare. L’arcobaleno funge anche da simbolo di pace e serenità, visto dopo un temporale quando il sole irrompe tra le nuvole e il nuovo sentimento di speranza tocca il cuore.

Questa creatura dal sangue blu, con un sorriso e gli occhi splendenti, può essere individuata tra le nuvole scure del cielo blu di Prussia… È quasi irraggiungibile, intoccabile ma percepibile ed influente. Lei è indimenticabile.

La preziosità dell’Iris, uno degli ingredienti più costosi in profumeria, richiede pazienza e controllo, richiede il bisogno e il desiderio di essere delicati in tutti i sensi. Come un tocco di un prezioso tessuto di seta portato dall’Oriente, e percepito come un dono di Dio, questo profumo è la massima espressione della divinità.

Perdersi nell’oggetto della meraviglia potrebbe essere possibile attraverso un senso dell’olfatto, e potrebbe essere l’esperienza più bella che si possa mai avere… potrebbe essere qui, lì o dall’altra parte dell’arcobaleno.

Panthea Iris – Il Prodotto

          

Articolo scritto da Julia Ahtijainen – The Frankly Speaking – Tradotto da Essenses

Goldfield & Banks – Velvet Splendour

Speakeasy

Goldfield & Banks – Velvet Splendour

L’aggettivo indigeno si riferisce a qualcosa originario o che accade in maniera naturale in un luogo particolare. Questo posto in particolare potrebbe essere l’Australia, e i suoi ingredienti nativi potrebbero raccontare una storia mai sentita prima.

Il padre fondatore della paleontologia, Georges Cuvier, un naturalista e zoologo francese una volta disse: “I monumenti più splendidi che l’arte abbia mai eretto sono in onore dell’ornitologia”… ci vuole un po’ di tempo per volare dall’Europa verso l’Australia e ricercare e comprendere i suoi diversi territori, estrarre gli ingredienti più rari, fondere i profumi più squisiti, annusare e catturare la preziosa essenza di quella terra.

Richiede anche un esploratore amante dell’avventura, dall’anima curiosa per esplorare e conquistare il lato selvaggio del continente: le vaste coste blu, le fitte foreste e i deserti polverosi apparentemente senza fine. Il primo sbarco conosciuto in Australia fu fatto da un navigatore olandese Willem Janszoon nel 1606. Più tardi nello stesso anno, l’esploratore spagnolo Luís Vaz de Torres navigò e segnò sulla mappa le isole dello Stretto di Torres. Esplorare qualcosa significa anche assumersi la responsabilità di dare una definizione ad esso, la responsabilità di una concettualizzazione. GOLDFIELD & BANKS concettualizza l’Australia attraverso l’olfatto. Il marchio cattura ogni colore delle diverse parti del terreno, studia ed estrae l’essenza di ogni corteccia, foglia, fiore e seme… Per descrivere e parlare della terra attraverso l’odore.

La fragranza di quest’anno ha un odore morbido, tenero come tocco. VELVET SPLENDOUR è una delicata esplosione del passato. Il liquido della fragranza riflette il colore dell’Acacia pycnantha – il fiore nazionale dell’Australia, meglio conosciuto in altre parti del mondo come mimosa, una pianta con delicate foglie simili a felci e fiori gialli. Il nome del genere vegetale deriva dalla mimosa spagnola, che è la forma femminile dell’aggettivo spagnolo mimoso che significa “coccolone”. Questo fiore è sensibile al tatto, e la pianta più conosciuta di quel genere è la Mimosa pudica, conosciuta in inglese come “non mi toccare“.

Il tocco ha un potere segreto; trasmette il messaggio in un istante, proprio come l’odore. Un tocco può essere sorprendente, può essere atteso, può essere scortese o gentile… Ma la cosa più importante è che ognuno di noi desidera essere toccato… Mentalmente, fisicamente, spiritualmente, desideriamo stima e attenzioni, desideriamo vicinanza comprensione Perché cos’è la vita senza una persona cara? Senza le sue braccia intorno a noi? Senza il suo odore accanto a noi? Sia l’olfatto che il tatto, sono legati all’intimità, alla fragilità. Sia l’olfatto che il tatto richiedono un certo tipo di apertura, un rischio assunto per ricevere.

Velvet Splendor utilizza il fiore della Mimosa australiana, una specie di mimosa carnosa e selvatica, un odore più insolito per la tavolozza europea. Qui, il tocco timido e polveroso di mimosa acquisisce più carattere e conduce alla scoperta di una versione australiana inaspettatamente diretta.

Velvet Splendour – Il Prodotto

Articolo scritto da Julia Ahtijainen – The Frankly Speaking – Tradotto da Essenses

THoO – Keep Glazed

Speakeasy

THoO – Keep Glazed

Quando Lucifero ti invita personalmente ad un viaggio goloso ed indimenticabile al calore tropicale, le piante da frutto, direttamente attraverso il fascino di tutti i più attraenti dolci, è allora che la tentazione che ruba l’anima viene svelata.

Nella Bibbia la parola tentazione si riferisce prima di tutto alla prova alla quale l’uomo, libero di scegliere, viene sottoposto per essere fedele o infedele a Dio; come significato secondario, la tentazione significa allettamento o seduzione al peccato.

“Keep Glazed” è un peccato dolce catturato in una bottiglia di profumo, la quinta creazione olfattiva della collezione colorata di THoO. Il profumo è stato creato in collaborazione con la pasticcera Ksenia Penkina e unisce due arti: la pasticceria e la produzione di profumi.

Le creazioni gourmand hanno sempre il loro successo e non lasciano mai le persone indifferenti e senza emozioni. Contemporanemente alla Pasticceria di THoO, specializzata in torte glassate per moderni buongustai, “Keep Glazed” è un invitante tributo alla pasticceria francese che conquista colonie di estimatori. Un’attrazione olfattiva dai desideri selvaggi ed esotici sovrapposta ad una seduzione femminile leggera e dolce, quasi ingenua, come quella della Maria Antonietta di Sofia Coppola. Una controversa figura femminile storica intrappolata in un sistema costruito da uomini e regimi reali, i suoi minuscoli momenti di ribellione sono dolci e stimolanti, proprio come i Macarons di Ladurée. Antoinette è anche famosa per la sua dichiarazione: “Lasciali mangiare la torta”, che dà un senso di indulgenza ai dolci come un atto di libertà personale, un minuto di liberazione che nessuno può rubare, nessuno può possedere, nessuno può controllare. “Keep Glazed” è gustoso e giocoso, proprio come la signora Marie della Coppola, che poteva indossare Manolo Blahniks e Converse, avere un amante e sciogliersi nel lato dolce della vita ogni volta che desiderava farlo.

La ricetta di questo irresistibile dessert è stata firmata, sigillata e consegnata dai profumieri Andrea Cassoti e Cristian Calabro, utilizzando gli stessi ingredienti della pasticceria di Ksenia. Each confectioner guards the secrets of his or her recipes as each master perfumer, and they both are the masters of the ceremony of olfactory suggestions to excite and create new sensations. Ogni pasticcere custodisce i segreti delle proprie ricette così come ogni profumiere ed entrambi sono maestri nella cerimonia olfattiva che suscita nuove sensazioni.

“Keep Glazed” è una fragranza che risveglia la simpatia per il diavolo e flirta con la nostra golosità, stuzzica la debolezza verso la dolce tentazione a cui non si può resistere… anche Oscar Wilde sapeva questo: “Posso resistere a tutto, tranne che alla tentazione”.

Mantieni la calma, continua a glassare e lascia che mangino la torta!

Keep Glazed – Il Prodotto

Articolo scritto da Julia Ahtijainen – The Frankly Speaking – Tradotto da Essenses

HEELEY

Speakeasy

HEELEY

Cosa poteva fare un inglese specializzato in filosofia, estetica e design a Parigi? Profumi, ovviamente.

Con la sua capacità unica di riflettere di arte, cultura e natura, Mr. James Heeley veste la profumeria artistica grazie al suo essere maestro nello studio e giudizio soggettivo di sentimenti, sensazioni e gusto.
La sua estetica è classica e gli piace mantenere le cose semplici dando loro personalità attraverso dettagli, come nomi, loghi iconografici sulle bottiglie di profumo e collaborazioni – ultima delle quali con la Maison Kitsune – con una visione fresca e urbana del profumo agrumato. L’Urban Dictionary definisce “fresco” qualcosa di piacevolmente nuovo o diverso, approvato dai più e molto gradevole, e “Note de Yuzu” di Heeley è “fresco” per natura. Inoltre, uno dei suoi primi profumi, “Menthe Fraîche” è stato riconosciuto come un profumo estremamente indossabile ed elegantemente contemporaneo creato da un ingrediente così semplice e riconoscibile eppure complicato come la menta. Un segno preciso di gusto personale ed estetico.

La parola estetica deriva dal greco ‘αἰσθητικός’, che significa “estetico, sensibile, percepire attraverso i sensi”, che a sua volta deriva da “αἰσθάνομαι”, che significa “percepire attraverso la mediazione del senso” ed è relativo alla parola “αἴσθησις” che significa “sensazione”. La maggior parte delle persone sa che l’estetica è lo studio che tratta un insieme di principi riguardanti la natura e l’apprezzamento della bellezza, è un ramo della filosofia che si occupa di questioni di bellezza e di gusto artistico. Avere un’idea di bellezza e poterlo comunicare attraverso l’olfatto è qualcosa di molto sfidante. In primo luogo, si deve capire e poi definire la bellezza; successivamente, si devono trovare le fonti e poi creare, trovare i canali e poi comunicare. E a quel punto l’opera è compiuta.

Come autodidatta per natura il lavoro in continua evoluzione di James Heeley ha prodotto diverse collezioni di fragranze moderne, che vanno oltre la tradizione della profumeria francese, e vengono curate nei dettagli che son tutti disegnati ‘in casa’.

Oscar Wilde una volta disse che, se un’opera d’arte è ricca, vitale e completa, coloro che hanno istinti artistici vedranno la sua bellezza e quelli invece per i quali l’etica è più importante dell’estetica ne vedranno la sua lezione morale: riempirà il vigliacco di terrore e l’impuro vedrà in essa la propria vergogna. Detto ciò se siamo d’accordo, bisogna anche dire che tutti dovrebbero fare ciò che viene loro naturalmente, ed Heeley è naturale.

Blanc Poudre – Il Prodotto

       

Articolo scritto da Julia Ahtijainen – The Frankly Speaking – Tradotto da Essenses

EIGHT & BOB

Speakeasy

EIGHT & BOB

Dicono che il mondo sia la tua ostrica, che è parzialmente vero, ma il mondo è anche un inferno di spettacolo, spesso una performance dei ricchi, dei belli e dei fortunati.

Questa collezione di profumi è nata nei bei tempi, poco prima della seconda guerra mondiale. I ricchi e famosi erano allora invulnerabili, erano irraggiungibili tramite i social media, il loro gusto era incomparabile e unico, e il loro stile di vita particolarmente esclusivo, pieno di feste e incontri folgoranti. Uno di questi incontri tra il francese, Albert Fouquet e l’americano John FK in Costa Azzurra, ha dato vita al marchio “Eight and Bob” e ad una fragranza iconica che trasporta la pura eleganza di un gentiluomo ed il fascino degli anni d’oro ad oggi.

Attraverso una fragranza, possiamo viaggiare indietro nel tempo, far rivivere i bei vecchi tempi e annusare il meglio del fascino americano. Eight & Bob è un marchio di profumi di nicchia creato dal profumiere francese Albert Fouquet che trasporta e condivide una miscela Franco Americana, di fatto una goccia di storia concepita in una bottiglia di profumo. Non è solo un’ispirazione del passato; è un dato di fatto, una storia vivente in una bottiglia di profumo, un tuffo in un passato d’élite e un modello di ruolo olfattivo che trasporta i migliori valori.

Iniziamo una relazione con qualcosa o qualcuno non solo per quanto sono bravi ma quanto sono grandi per farci sentire. E questo è probabilmente il motivo e il modo in cui Otto e Bob sono diventati vivi – JFK è rimasto affascinato dall’essenza che Albert ha indossato e realizzato per se stesso. Un profumiere per caso, ha ricevuto molti complimenti per le sue miscele, ma nessuno ha mai chiesto del prodotto e della produzione, ad eccezione di JFK, che è stato fortunato a ricevere un campione alla sua partenza negli Stati Uniti.

Le relazioni umane assicurano doni straordinari – come la possibilità di provare qualcosa di nuovo, di iniziare una nuova avventura, di amare, di godere… ci fanno sentire. JFK sentì qualcosa di speciale con Albert e la sua acqua di colonia, così ne ordinò di più, e divenne per anni il suo profumo personale, parte della sua identità.

Da allora, la formula di “Eight & Bob” è stata mantenuta la stessa e viene riconosciuta come una delle colonie più esclusive al mondo, grazie all’ingrediente naturale chiamato Andrea che cresce e viene raccolto solo durante un breve periodo dell’anno, che fa si che la produzione di “Eight & Bob” sia ancora molto limitata. Sempre esclusivo, smagliante e glamour –

Uno spruzzo di storia da non dimenticare.

          

Articolo scritto da Julia Ahtijainen – The Frankly Speaking – Tradotto da Essenses

AEDES DE VENUSTAS

Speakeasy

AEDES DE VENUSTAS

Le persone tendono a pensare che una fragranza sia una cosa intangibile; per obiettare questa percezione vorrei definire la parola “oggetto”. Qual è il significato di un oggetto? Un oggetto potrebbe essere una cosa materiale che può essere vista e toccata; un oggetto potrebbe essere una persona o un qualcosa a cui è diretta una determinata azione o un sentimento. Ma in generale, con oggetto ci si riferisce ad un qualsiasi elemento, sia nel mondo fisico che in quello sensoriale.

AEDES DE VENUSTAS rappresenta degli oggetti olfattivi, in entrambi i mondi, quello fisico e quello sensoriale, onorando il passato, il presente e il futuro dell’arte della profumeria. Proprio come l’arte sfida l’Io, ciò che siamo, le fragranze di AEDES DE VENUSTAS sollevano domande, ci fanno riconoscere il piacere e il turbamento dell’amore, sfidano la realtà, ci fanno sognare, ci fanno credere e pensare che la magia esista, e che potrebbe essere vero che tutto sia possibile, creando nuove visioni… Un nuovo punto di vista.

Ogni giorno lavoriamo duramente per addomesticare la nostra condizione emotiva, attenerci alla routine e normalizzare il tutto, e lavoriamo anche duramente per coltivare la nostra condizione estetica.
Siamo sedotti dalla bellezza in ogni momento – sia che si tratti di un pezzo di storia, come una sontuosa statua barocca o di un pezzo di design elegante e futuristico che dice tutto in modo pulito, chiaro e lucido. Questo mix tra romanzo e tradizione è qualcosa di unico e di molto identificativo in AEDES: una combinazione di entrambi che si bilancia e crea un equilibrio sublime, quasi magico, di forme, stili e profumi. Questi non sono solo profumi, sono oggetti unici da guardare, da toccare… visivamente, olfattivamente, sensualmente, inconsciamente e sensorialmente.

Un oggetto è qualcosa su cui possiamo concentrarci, un oggetto è qualcosa di importante. E quando acquisti qualcosa di artistico, stai acquistando qualcosa di più di un semplice oggetto. Stai comprando centinaia di ore di prove, errori e vittorie; stai acquistando il risultato finale perfetto, un pensiero pulito, stai acquistando una salvezza, l’arte di qualcuno.

Il potere curativo dell’arte non è una fantasia retorica. Le fragranze AEDES DE VENUSTAS devono essere percepite come oggetti d’arte e come profumi che coniugano il futuro giovanile e il passato frivolo, miscele perfette. Qui, la mente potrebbe interrogarsi, ma il cuore sa che una nuova esperienza attende. Per riassumere l’idea del concetto, la saggezza di Robert Henri deve essere qui rivelata: “L’obiettivo non è quello di fare arte, è di essere in quello stato meraviglioso che rende l’arte inevitabile”.

       

Articolo scritto da Julia Ahtijainen – The Frankly Speaking – Tradotto da Essenses

EAU D’ITALIE

Speakeasy

EAU D’ITALIE

Proprio come il suono del violino di Stéphane Grappelli ti sintonizza sulla traccia di “Easy To Love”, così il profumo accorda una nuova fragranza di Eau d’Italie… il nuovo profumo facile da amare, nasce per celebrare 15 anni d’amore verso l’Italia.

Tutti hanno sentito le note musicali, i singoli suoni che compongono le canzoni che amiamo ascoltare. Non è un segreto: le note musicali compongono una canzone e similmente le note di una fragranza compongono un profumo. Come le canzoni evocano i sentimenti, così fanno gli odori… registrati nel passato, sognati verso il futuro e incastonati nel presente.

Eau d’Italie ha voluto registrare e salvare nelle sue bottiglie di profumo l’unicità dell’Italia e interpretare nei profumi la creatività italiana. Nato a Positano, sulla Costiera Amalfitana nota per la sua straordinaria bellezza, il marchio interpreta prima di tutto l’italianità.

Per vedere un film così ricco, è necessario avere sia la conoscenza culturale che un vocabolario plurisensoriale che sappia raccogliere, elencare, interpretare e trasmettere i messaggi attraverso il senso dell’olfatto. Una miscela che deve includere la precisione e la competenza di un documentalista, la curiosità culturale di un antropologo e l’apertura mentale ispiratrice di un perfetto narratore. La collezione è la rappresentazione stilistica dell’opera di uno storico appassionato del presente e dei sensi e la comunicazione sensoriale; un lavoro di più individui che diventa personale, con la pazienza e la passione nel riconciliare il vissuto ed avere il coraggio di condividerlo con il mondo attraverso il senso più primitivo e delicato – l’olfatto.

La cultura italiana contiene una numero infinito di simboli e messaggi memorizzati e trasferiti attraverso i secoli. C’è una storia significativa dietro ogni cosa – dietro la bellezza dei diversi paesaggi e della natura; dietro il carattere dei tanti personaggi scoperti viaggiando su e giù, da costa a costa; la ricca cultura gastronomica e l’elevato senso del gusto; il linguaggio espressivo del corpo, i gesti e le emozioni; le regole e le tradizioni scritte e non scritte che sono ancora molto presenti.

Eau d’Italie codifica l’essenza dell’Italia nei profumi. Le sue fragranze mappano luoghi eccezionali; rivelano momenti personali e storici del passato, offrono un viaggio attraverso l’Italia che mostra qualcosa del passato, del presente, dando una visione verso un probabile futuro. Potete iniziare il vostro viaggio, ad esempio, partendo da nord con BAUME DU DOGE – un’essenza di quando Venezia era la porta verso l’Oriente e il più importante centro commerciale per spezie e prodotti esotici. Fare una sosta in centro Italia con SIENNE L’HIVER – un’istantanea del raffinato mondo della città rinascimentale di Siena. Proseguire celebrando gli anni d’oro e sentirsi come una star con UN BATEAU POUR CAPRI – un profumo iconico di un’epoca iconica: l’Hotel Le Sirenuse di Positano era per definizione il luogo della dolce vita sulla Costiera Amalfitana. E ancora, tuffarsi in profondità al sud, faccia a faccia con l’antica saggezza e attraverso gli effluvi di JARDIN DU POETE – la storia di un’epoca passata, quando le nazioni erano governate da poeti, e i poeti erano sacri per Apollo, quando La Sicilia era una colonia greca e Siracusa era una corte profumata.

Per comprendere veramente l’essenza dell’Italia, si dovrebbe usare l’olfatto e lasciare che l’immaginazione faccia il resto, connettendosi e riconnettendosi con i profumi raffinati e seducenti dell’Italia di Eau d’Italie.

          

Articolo scritto da Julia Ahtijainen – The Frankly Speaking – Tradotto da Essenses

FRAGRANCE DU BOIS

Speakeasy

FRAGRANCE DU BOIS

Fragrance Du Bois è un marchio nato nella natura e fabbricato in Francia. La sua essenza principale è l’Oud puro – un puro lusso della natura e del patrimonio culturale.

L’Oud, noto anche come Agarwood, è l’estratto più prezioso e costoso al mondo. Il miglior Oud distillato dal legno oggi costa $ 50.000 al chilo. Gli alberi di Agarwood sono una delle specie arboree più ricercate per la loro rarità e qualità. Questo legno viene anche considerato sacro, come incenso e profumi prodotti da legno di Agarwood che vengono utilizzati ed apprezzati da secoli da molte culture per scopi spirituali, afrodisiaci, calmanti e purificatori.

Ogni creazione di Fragrance Du Bois utilizza olio di albero di Agarwood puro e i fumi del mistero dell’Oud. Per noi il significato della parola “purezza” lo spieghiamo attraverso l’aggettivo “puro” che ha due significati: 1) non mescolato o adulterato con qualsiasi altra sostanza o materiale; 2) perfettamente in sintonia e con un tono chiaro. La purezza, come qualità di qualsiasi argomento in discussione, offre uno stato di beatitudine, comfort e fiducia, e motiva la nozione di lusso estremo. Fragrance Du Bois è l’unica casa di fragranze che utilizza il suo Oud puro e naturale al 100% in tutte le formulazioni di fragranze, abbinato solo ad ingredienti della più eccezionale qualità.

Ci è voluta una grande visione e la conoscenza per creare e dare vita a questo progetto, e ci vuole tempo e pazienza per pianificare e far parte del viaggio di valorizzazione di questo antico ingrediente. La conoscenza del mestiere va considerata come un’operazione culturale piuttosto che un processo primitivo. La consapevolezza del fatto che viviamo in un mondo molto diverso da dieci anni fa, ha sollecitato il bisogno di riconnetterci con ciò che veramente conta e ci guida a  creare cose che si adattano a questo scopo, e non solo a creare cose per il gusto di farlo. Con la reinterpretazione e l’uso dell’Oud puro in ogni profumo, Fragrance Du Bois rinforza il rapporto tra l’artigianato e le tradizioni. La parola “artigianato” è fortemente legata all’identità del marchio.

Il legno di Agarwood viene citato in molti ed importanti testi religiosi e trasmette la sua significativa presenza all’interno del mondo spirituale. Storicamente l’uso dell’Agarwood è stato associato a culture come il Medio Oriente, l’India, la Cina e il Giappone, nelle quali gli aromi sono profondamente radicati con le esperienze culturali,. Utilizzando l’Agarwood quale ingrediente principale, i profumi rappresentano un lusso culturalmente universale. La grandiosità inebriante, ma al tempo stesso purificante e calmante, è un’esperienza che che dobbiamo aspettarci incontrando queste fragranze.

page2image66388176